Due cocenti sconfitte alla seconda giornata hanno lasciato le due formazioni italiane ancora senza vittorie in Champions Cup e Challenge Cup. Il doppio confronto con Scarlets e Gloucester può essere l’occasione per togliersi qualche soddisfazione.

Le classifiche dei rispettivi gironi paiono ormai compromesse per Benetton e Zebre. Il doppio scontro diretto che caratterizza il programma del terzo e del quarto turno delle coppe europee rappresenta la possibilità per cambiare la situazione.
Treviso riparte dal k.o. casalingo contro Tolone 29-30 con il sorpasso definitivo firmato a tempo scaduto dal calcio piazzato di Trinh-Duc che ha lasciato i Leoni solo con la magra consolazione del primo punto in classifica nella pool 5 che vede già Bath e Tolone in fuga a quota 8. Le due capolista si sfidano però nello scontro diretto mentre Sgarbi e compagni sabato alle 14 ora italiana saranno di scena a Llanelli contro gli Scarlets, a loro volta battuti due volte ma sempre capaci di prendere il punto di bonus. Per stravolgere il girone Treviso deve però mettere fine ad una striscia di 26 sconfitte esterne consecutive in Champions Cup che dura da dicembre 2007.
In Challenge Cup anche le Zebre avrebbero potuto approcciare il doppio confronto di dicembre con ben altre ambizioni di classifica. La rimonta subita contro Pau (dal 30-7 all’intervallo al 33-38 finale) ha invece lasciato i bianconeri sul fondo della pool 3. A Parma sabato alle 14,30 arriva – per la terza volta nelle ultime 4 stagioni – il Gloucester, che al momento insegue proprio Pau (impegnato nel derby francese con Agen) a 3 lunghezze di distanza. 
Intanto altri italiani provano a farsi strada in Europa. Alla vigilia del big-match contro i Saracens, Clermont ha infatti inserito nella lista per la Champions Cup il mediano di mischia Charly Trussardi, con l’Under 20 azzurro all’ultimo mondiale, mentre nei Leicester Tigers Michele Rizzo prende il posto dell’infortunato Ellis Genge. A Glasgow si rivede Samuela Vunisa, mentre l’Enisei ha tesserato Federico Giliberti, già a Rovigo nel finale della scorsa stagione.